La pozione esplosiva dei KALI Trio

I KALI Trio sono una band svizzera formata da Raphael Loher (piano), Urs Müller (chitarra) e Nicolas Stocker (batteria). Come fili che s’intrecciano, ogni membro della band contribuisce al processo creativo dei brani, creando una trama sonora cinematografica e ipnotizzante.

Dalla connessione dei tre prende forma LOOM, un mix di ambient, jazz e downtempo dalle atmosfere oniriche. Il nuovo album, pubblicato il 19 marzo 2021 via Ronin Rhythm Records, è composto da quattro lunghe strumentali (ognuna supera gli otto minuti), che riproducono l’effetto di un sogno ad occhi aperti.

Si comincia con le timide progressioni di Shipol: la prima traccia è una composizione basata sugli accenti del pianoforte con la parte ritmica affidata a rullante e grancasse in costante mutamento, ciò fa si che la composizione venga percepita come eseguita in 7/16 e non nello standard 4/4. Il connubio dei tre strumenti risulta raffinato e ben riuscito con una ritmica incalzante dai suoni asciutti che trascina con il suo incedere i tintinnii del pianoforte.

Transitoriness si sviluppa a partire dalla ritmica tribale alla quale si aggiungono elementi di sound design. Un gioco di luci e ombre che trova nelle progressioni armoniche del pianoforte il contrasto perfetto ai suoni atonali della chitarra. Il trio ricama un vortice sonoro dal sottofondo ipnotico con l’utilizzo di intervalli di tempo estesi, atti ad evocare i meccanismi utilizzati nella musica trance.

Dry Soul è un flusso ondeggiante di feedback metallici e note calde del pianoforte, l’unico pezzo nel quale viene utilizzato un piano non completamente preparato. Un brano che mette in luce il lato spirituale dei KALI trio.

In chiusura Folding Spase si basa su un pattern in 19/8 che gira su un battito insolito, un mix di elementi acustici ed elettronici enfatizzano una traccia incline ai club tanto quanto l’ascolto da camera.

LOOM è un album che si colloca a metà strada tra i Brandt Brauer Frick, gli Elektro Guzzi, i Gogo Penguin e i Portico Quartet. Un’estetica ricercata per una formazione che rapisce al primo ascolto.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!