Terrifying Sunset: un connubio fra arte e musica

Nome di spicco nel mondo della musica d’avanguardia, il trio Steamboat Switzerland (Dominik Blum all’organo, Marino Pliakas al basso e Lucas Niggli alle percussioni) evita qualsiasi tipo di etichetta da ormai oltre vent’anni: la loro musica tocca i confini del jazz, del prog, della libera improvvisazione, della classica e del noise.

Una vena eclettica e multiforme che trova compimento nella recente collaborazione con l’artista tedesco Albert Oehlen, reduce dall’esposizione Tramonto Spaventoso a Los Angeles. Il gruppo svizzero, che aveva già collaborato con Oehlen qualche anno prima, ha avuto l’incarico di curare la parte musicale della mostra e il risultato sono state due lunghe suite culminate nell’album Terrifying Sunset, in uscita il 28 gennaio 2022 per Trost Records.

L’album parte dunque da un’esigenza non solo musicale ma anche visiva, un compito che la sapienza sperimentale del trio sa perfettamente portare a termine. La prima suite, Chimborazo=South=Face, rappresenta musicalmente l’immagine del “tramonto spaventoso” del titolo del disco e delle opere di Oehlen attraverso sonorità oscure in crescendo che aumentano con il passare dei minuti la patina ansiogena che ricopre le traiettorie noise tracciate dal gruppo; ma negli oltre venti minuti del brano c’è spazio anche per sfuriate avant-prog, deliri jazz e frenesie improvvise, in cui la batteria di Niggli prima domina in lungo e in largo e poi lascia spazio anche ai colleghi in quello che è un pezzo che assume sfumature diverse con il passare dei minuti.

Minutaggio simile anche per Tiger=East=Face, che però a differenza del brano “fratello” parte direttamente con sonorità forsennate e indemoniate. Ancora una volta sono le percussioni a giocare un ruolo fondamentale nello sviluppo di un pezzo così ricco di spunti da richiedere necessariamente diversi ascolti: fra urla improvvise, rumori spettrali e una costante tensione, per ritrovare l’ordine bisogna aspettare fino a metà brano, quando un tappeto ambient/new age rasserena l’atmosfera, prima dell’esplosione finale.

Terrifying Sunset è un lavoro che conferma la natura camaleontica degli Steamboat Switzerland, a proprio agio anche nei lavori extra-musicali ed interdisciplinari. Sicuramente l’accompagnamento visivo delle opere di Oehlen gioverebbe alla fruizione dell’album, che in alcuni momenti si lascia andare a sequenze un po’ troppo cerebrali, ma l’ascolto scorre via piacevolmente per entrambe le suite.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!