And Inside di [.que], il polistrumentista Nao Kakimoto, è un prodotto d’eccezione, una piccola rara perla che passa indisturbata nel panorama musicale internazionale

Immagina di sprofondare in un mare scurissimo, di aprire gli occhi una volta immerso e di non riuscire più a distinguere nulla intorno. Immagina di poter percepire solo te stesso mentre affondi. Ciò che sentirai distintamente saranno soltanto i tuoi pensieri. Niente più. I ricordi, le emozioni, i sentimenti, tutto ti tornerebbe in mente, verresti investito, come un colpo improvviso, da un’ondata di sensazioni che pensavi di aver dimenticato. Se rimani solo con te stesso rischi di perderti.

Immagina che oltre ai tuoi pensieri, durante la discesa, tu possa ascoltare una musica lontana, un suono delicato, che ti tenga in qualche modo legato alla superfice, un filo fatto di note e suoni che in qualunque momento puoi seguire per risalire su. Quale musica sceglieresti? Quale musica immagini di poter sentire?

Ho scoperto [.que] e il suo ultimo disco. Se capitasse a me, vorrei che fosse la sua musica la mia ancora di salvezza.

[.que] è il progetto solista del polistrumentista Nao Kakimoto, con sede a Tokyo, in Giappone, con precedenti pubblicazioni su etichette come Schole, IntroDuCing! And Inside è il suo ultimo disco, l’undicesimo album che si compone di dieci brani per un totale di trentacinque minuti di musica.

In questo lavoro, Kakimoto ha espresso in modo più profondo e personale la propria interiorità, cercando di creare un prodotto che potesse risultare tanto elaborato quanto istintivo. Il processo creativo, iniziato durante le sessioni di registrazioni di Any, il suo album precedente, ha portato ad un armonizzazione totale del calore degli strumenti acustici con delicate trame elettroniche. Questa particolare miscellania ha permesso la creazione di un disco emozionante, coinvolgente, ricco di melodie nostalgiche, atmosfere oscure, ritmi complessi. In And Inside si fondono perfettamente il meraviglioso scintillio della folktronica con il dream-pop, il post rock e l’ambient, creando un prodotto delicato, ricercato, d’effetto.

Il disco non ha una durata particolarmente lunga, ma ogni brano è lavorato con un’intensità ed una precisione fuori dal comune tanto da condensare, in pochissimo tempo, un prodotto di rara bellezza. Il tema principale del disco è dato dal suono e dalle melodie del pianoforte che si staglia delicato su un tappeto armonico fatto di arie di synth e suoni a scomparsa. Ogni traccia sembra collegarsi all’altra, in un lungo, eterno, viaggio musicale che si potrebbe tranquillamente ascoltare in loop senza stancarsene mai. Non mancano picchi dinamici come in Haze, seconda traccia del disco dove il ritmo diventa più incalzante, e i pattern e i loop dei synth si fanno più frenetici; o come in Inside, dove l’elettronica prende il sopravvento sull’ambient.

And Inside di [.que] è un prodotto d’eccezione, una piccola rara perla che passa indisturbata nel panorama musicale internazionale, ma che resta di certo impressa a chi ha la fortuna di darle un ascolto.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!