Noémi Büchi tra ricordi, gioie e traumi

In attesa del suo album di debutto, la compositrice e artista del suono Noémi Büchi approfondisce la ricerca di strutture musicali che evochino euforia sia emotiva sia intellettuale rilasciando il suo terzo Ep, Hyle.

La sua musica è caratterizzata da un minimalismo elettronico e sinfonico espresso attraverso droni materici e ritmi complessi, i suoni diventano la sua orchestra con la quale crea una forte energia sia emotiva sia meditativa.

Il primo Ep di Noémi Büchi per OUS, nasce dalla combinazione di sonorità armoniche e dissonanti e fa riferimento al termine greco antico che sta per “materia” compostoda fuoco, acqua, aria e terra, e nasce solo quando la “forma” si attacca ad esso.

Tre tracce tra musica elettroacustica, neoclassica e sound design, pensate come composizioni classiche e trasformate successivamente in stratificazioni elettroniche.

La prima, Nothing Is Artificial, nasce dall’intreccio degli arpeggiatori che vanno a riprendere le progressioni e le armonie di un pianoforte classico. Una struttura irregolare nella quale la materia sonora si espande fino a raggiungere momenti dirompenti, una visione stratificata e variopinta atta a comporre un mosaico sintetico.

Atmosfera gelida e ritmi frammentati per la successiva Manifesting Plastic Sorrow, impulsi elettronici e droni si legano per formare un suono denso in contrasto con gli interventi pianistici morbidi e armonici in un gioco di dicotomie.

In chiusura Talking So Loud vede Noémi Büchi variare il registro timbrico occupandosi di suoni cristallini che si gonfiano e si allungano enfatizzando giocosamente le irregolarità al fine di espandere le nostre abitudini di ascolto e creare momenti densi e grandezza armonica allo stesso modo.

Hyle è solamente un assaggio in attesa dell’uscita del debut album Matter, un lavoro che presenta il modo in cui Noémi Büchi concepisce la musica: il suono guida la compositrice svizzera nell’esplorazione del minimalismo sinfonico ed elettronico convertendo in musica ricordi, gioie e traumi.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!