Il “piacere già provato” con i Lei, (No) innocence

Li avevamo lasciati con Innocence, l’Ep d’esordio dei Lei, (No) innocence, formazione composta da Gabriele Chinè Milieri e Giuseppe Cassano. A quasi un anno dalla loro prima uscita, il duo bolognese torna con un nuovo Ep, Solitude is the playfield of Satan, disponibile dall’8 novembre 2019 only digital per INNLN / A Buzz Supreme, interamente prodotto, registrato e mixato dai Lei, (No) innocence.

Il nuovo lavoro dei due riprende un passaggio da Fuoco Pallido di Nabokov e innesta (come fosse un virus) un suono abrasivo, autodistruttivo.

Le quattro tracce che compongono l’Ep sono pervase da atmosfere notturne, Solitude is the playfield of Satan è stato realizzato per essere ascoltato ad alto volume, con strutture cadenti e senza alcun punto di riferimento.

Veniamo subito catapultati nell’immaginario dark ambient del duo attraverso la prima traccia, As your scarlet bleeds: una scarica elettrica, un suono abrasivo che attraverso l’uso dell’elettronica e degli strumenti analogici ricamano una rete neurale fitta e piena di pulsazioni.

Un respiro affannoso, intenso, si muove all’unisono con un battito elettronico, stiamo parlando di Orchid/Slave.  Con la seconda traccia esploriamo il lato sensuale del duo, il “piacere già provato” citando Nabokov, quello che già ci avevano fatto assaporare con Innocence.

Shall We Suck The Loss è una ventata elettrica, una bordata di droni atmosferici rarefatti, una deflagrazione polverosa senza mai arrivare allo scoppio.

Il cerchio si chiude con In A Wood Overflown By Lanterns, una traccia atipica per il duo, luminosa, che, sebbene si snodi sempre nei territori dark ambient, ha una trama colorata che la rende differente dalle tre precedenti tracce.

Citando lo stesso Nabokov “La vita è una grande sorpresa. Non vedo perché la morte non dovrebbe essere una sorpresa ancora più grande”. Vale lo stesso per la musica dei Lei, (No) innocence: quando sembra che ti abbiano già sorpreso con i loro suoni cupi, arriva un’apertura verso la luce che li rende una formazione versatile e aperta.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!