Local Valley: una piacevole conferma

In circa diciotto anni di carriera, Josè Gonzalez non ha mai fatto le cose di fretta. Nessuna corsa, nessun eccesso di produzione, mai una pressione verso la propria urgenza artistica, che ha sempre richiesto attenzione e riflessività, proprio come la musica dei suoi album.

Il cantautore svedese ha pubblicato appena tre dischi dal 2003 al 2015, tutti seguendo lo stesso marchio di fabbrica: un folk intimo e naturalista, focalizzando l’attenzione tanto sulla tradizione popolare quanto sull’indie folk.

Gonzalez continua a mantenere salda questa scelta artistica, come evidenzia Local Valley, in uscita il 17 settembre 2021 per Imperial Recordings. A sei anni di distanza dal precedente Vestiges & Claws, il disco prosegue l’esplorazione nel mondo personale di Gonzalez, che appare ora distaccato e scrutatore, ora avvolgente e caldo.

Già dal brano d’apertura, El invento, scritto in spagnolo e dedicato alla figlia, si entra nella vita del cantautore. Non c’è tempo per presentazioni o momenti di distanza: la sua voce delicata, abbinata ad un arpeggio elegante, conquista immediatamente l’attenzione dell’ascoltatore. Visions è uno dei tanti pezzi figli della pandemia e, come molti dei suoi fratelli, dimostra bene quella sensazione a metà fra paura e sorpresa che chiunque ha provato nel febbraio 2020, pur lasciando sottotraccia un messaggio di serenità, come l’impercettibile canto di uccelli che accompagna l’intero brano.

Difficile aspettarsi un cambio netto nel viaggio tracciato dallo svedese. I pezzi si susseguono tutti esplorando tante facce dello stesso universo: prima la chitarra tesse trame ipnotiche in Horizons, poi Head On indaga nel mondo del country, fra clapping insistenti e tocchi decisi. E ancora: le sonorità desertiche di Valle Local sono fra i momenti migliori dell’album, così come la svedese Tjomme, tassello definitivo della natura poliglotta del musicista.

Al netto di una monotonia avvertita con il passare dei minuti, Local Valley è un tassello estremamente coerente all’interno della discografia di Josè Gonzalez. Il musicista ormai è carta conosciuta e nell’ambito del cantautorato folk è sicuramente una certezza: in pochi riescono ad essere così convincenti e trascinanti dopo tanti anni.

Quanto tempo passerà per il prossimo disco?




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!