Irina Nëstor, una formazione tutta da scoprire

Irina Nëstor potrebbe essere un nome qualsiasi di un personaggio di un libro di Lev Tolstoj e invece è una band romana, nata nel 2017. Dario Britti (chitarra), Giangiacomo Ponzo (batteria, pad), Antonio D’Antuono (chitarra), Flavio Crinelli (synth, laptop, programmazioni) e Donato Rossini (basso) suonano una musica ibrida tra post-rock e elettronica a cavallo tra God Is an Astronaut, 65daysofstatic e Sleep Party People. La loro proposta è interessante e audace, si riversa nell’album di debutto One Day You’ll Miss Today, pubblicato il 17 marzo 2019.

Si apre a suon di elettronica e synth con Goodnight Mr Lenin che dà il via all’album: bordate di chitarre alla Mogwai ci trascinano in un vortice stilistico tra post-rock e IDM.

Meno accentuata l’elettronica in Milgram, protagonisti gli arpeggi di chitarra che incantano ricamando suggestive melodie. Grande lavoro dietro alle pelli per l’uso di soluzioni acustiche e beat più accattivanti, la batteria dà una marcia in più.Quando la traccia accelera torna prepotente l’influenza dei 65daysofstatic.

Alle prime note di Hawaii gli Irina Nëstor ci sorprendono con la cassa dritta, poi entrano i synth che ricordano alla lontana i nostrani Port-Royal, tiipiche chitarre post-rock condiscono il tutto. Risultato? Una delle migliori tracce di OneDayYou’ll Miss Today.

Nei sei minuti e venticinque di Radio Guerrilla sono riversate tutte le influenze della band, atmosfera plumbea e dilatata che trova conforto nelle chitarre, rifugio perfetto per chi ascolta. Si erige un muro di suono invalicabile, la parte ritmica lavora all’unisono con le chitarre fino ad ammorbidirsi e dissolversi nel nulla.

Come si suoldire “l’erba del vicino è sempre più verde”, guardiamo sempre oltreoceano, in Europa, eppure abbiamo formazioni nostrane che sanno suonare e non sono meno brave di tanti nomi che hanno fatto del post-rock un’attitudine, uno stile. Questi gruppi basta cercarli e tra questi sicuramente c’è da inserire gli Irina Nëstor.

Leggi l’intervista agli Irina Nëstor QUI




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!