GRRR POWER è schiaffo e carezza

Siamo tutti consapevoli che la musica ha effetti benefici sulla mente. C’è chi ha basato le sedute psicologiche o psycho training partendo dai testi delle canzoni. Questo a testimonianza di quanto potere abbia la musica. C’è anche chi racchiude al’interno di un album tutti gli spunti personali per creare un lavoro che è la conclusione di un percorso interiore.

Un esempio è dato dall’ultima fatica di IO e la TIGRE  GRRR POWER uscita per Garrincha Dischi.

GRRR POWER è qualcosa di più di un semplice disco, è la forza di affrontare le sfide della vita accettando la propria parte più fragile e vulnerabile. La forza che ti fa andare avanti anche se tutto attorno sembra voglia farti sembrare non adatta. Una forza che non ha bisogno di farsi bella per sentirsi importante. Essere ciò che si vuole essere nonostante tutto richiede tanta forza e purtroppo ancora oggi è un gesto assolutamente anticonformista.

Dieci sono le canzoni di questo manifesto, dal sapore ninenties e dall’animo punk caro alle riot grrrl ma addolcito dalle melodie pop. Il disco si apre con uno dei tre singoli estratti dall’album, Ieri il Mondo mi è caduto addosso con ritmi ossessivi e tocco minimal, caratterizzato da un cantato ironico e scanzonato.

Gli altri due sono, in ordine di uscita, Se entrambi gli aerei cadessero, un inno all’amicizia. È stata scritta la notte prima di due viaggi in direzioni opposte. È un esorcizzare la paura della lontananza immaginando scenari catastrofici. E Luna Piena, l’unica ballad del disco dove piano e sensibilità del testo la fanno da padrone.

GRRR POWER è schiaffo e carezza. Ti fa tirare fuori le unghie, anche se non per forza graffia. È un album sincero, vero e arrabbiato ma di rabbia positiva, consapevole che le esperienze negative siano solo il punto di partenza per la rinascita di sé stessi.

Due termini chiave per questo album: Rock e Resilienza.