Alla scoperta dell’Universo con Costanza Francavilla

Dopo l‘esperienza al fianco di Tricky, Costanza Francavilla si è soffermata sulla sua carriera solista. Tante produzioni, colonne sonore, musica per tv, incentrando la sua ricerca sonora nello sviluppo di sonorità a metà tra elettronica, musica classica e sperimentale “che puntano a combinare l’estetica visionaria esplorando la bellezza nascosta dietro l’ordinario” come ha dichiarato la stessa Francavilla.

Un’artista prolifica e a tutto tondo, come dimostrano le quattro release pubblicate il 29 novembre dalla compositrice e musicista romana. Masterizzato da Rafael Anton Irisarri (Black Knoll Studio – NY), Children Of The Universe è la prima uscita di Silent Frequencies, nuova label ambient di Costanza.

Le sette tracce sono tratte e prendono ispirazione dalla colonna sonora del docu-film realizzato da Camille Budin, in cui l’astrofisica della NASA Stephanie Juneau guida un gruppo di bambini sulle Alpi svizzere, alla scoperta dell’Universo.

Un suono cosmico, etereo e minimale prende forma fin da subito con la titletrack, una  traccia sognante e ipnotica, costruita sugli oscillatori. Con l’ingresso degli archi la strumentale acquista un mood pacato, quasi rassicurante come una ninna nanna, sul finale si apre una cascata di cristalli che fanno da collante al suono cosmico della successiva Dance In Circles. Un suono angelico, quasi mistico, si eleva attraverso l’uso delle Singining bowls tibetane che accompagnate dalla voce eterea di Costanza si trasforma in un rito meditativo. La coda della traccia si apre ai modulari che lasciano venir fuori l’animo più elettrico della Francavilla.

Con Into The Infinite Space la dimensione interstellare si amplia sempre più verso territori inesplorati, il suono evocativo degli archi fa da culla ai fildrecordings, al beat mai invadente e ai synthetizzatori così delicati da sembrare una folata di vento.

Le musiche realizzate da Costanza ci conducono in un viaggio attraverso l’Universo, tra melodie oniriche e tessuti cosmici; un lavoro che spazia tra le diverse sfumature dell’ambient.