Ciro Vitiello: rivivere le emozioni attraverso l’A.I.

Con all’attivo un album e un Ep, Ciro Vitiello, all’anagrafe Giuseppe Federico Pastore, torna su Aught Void con un nuovo lavoro, Now We’re Just Pieces Of Steel, A Data Whisper, pubblicato il 15 marzo 2021.

L’album, mixato da Attilio Novellino, è la storia di due amanti che, prima della fine della loro vita, decidono di affidare un database di ricordi a due intelligenze artificiali. Con questa mossa i due riescono a comunicare tra di loro affidando alla loro “coscienza” il compito di scambiare emozioni e sentimenti umani, in un continuo processo di lettura / scrittura.

Ispirato da Golem XIV di Stanislaw Lem, uno scrittore polacco, tra i più grandi maestri della fantascienza, le undici tracce trasformano le emozioni in un linguaggio macchina freddo e inorganico (Dataheart), provando a decodificare attraverso la sintesi a modulazione di frequenza un flusso di dati impossibili da sentire (Oh lovvlovelove grabgrabmeememeememememe). Ne viene fuori un lavoro basato su architetture sonore frastagliate, paesaggi hyper real (How mucuch bebebeaubeuabeautiful yourr smsmsesmesmelsmell) e rimandi alla robotica (Touch mememe touche touchme pleasepleaseplease).
Spalleggiato da Zen Zsigo aka Cremation Lily in I iiwawant back yyour vovovvvoice voice voice Vitiello dà vita ad una traccia caleidoscopica: in un mondo cibernetico tra minimalismo digitale e ritmiche glitch, le voci robotiche riprendono le sembianze umane.

I suoni tonali di No stay together again si trasformano in un morbido tappeto ambientale sul quale si poggiano le voci filtrate nel vocoder, la traccia diventa così una sorta di promessa di amore eterno.

Il finale è affidato a una produzione scintillante (I IIII MIIIIIss YOOOOur) che smorza i toni di una musica  alla Matrix per salutarci con una strumentale fluttuante dai sintetizzatori sontuosi.

Ciro Vitiello parla di emozioni con un linguaggio futuristico che, come per il Golem di Lem non fu compreso nell’attimo in cui venne creato, Now We’re Just Pieces Of Steel, A Data Whisper non è un lavoro per tutti. Una narrazione sofisticata che ben figurerebbe nel roster Hyperdub.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!