Torba seduce con la musica

Pubblicato il 17 maggio 2019 per l’etichetta leccese Aaltra, Musica Convenzionale è il titolo del nuovo disco di Torba, progetto musicale decennale portato avanti da Mauro Diciocia, artista che “combina” musica concreta per nastro con un approccio acusmatico alla noise music. Masterizzato da Pentti Dassum il disco contiene materiale raccolto nel periodo 2017/2018 che si concretizza in una elaborazione di quaranta minuti, ovvero un’esauriente rassegna dei risultati ottenuti nei dieci anni di ricerca e contestualmente il primo capitolo di una trilogia informalmente chiamata dal suo autore Le Musiche.

Una sequenza di esperienze personali spigolose e discontinue fatte di nastri, split, pubblicazioni su piccole etichette DIY condite dalle difficoltà di vivere in periferia, dal sovraffollamento che nonostante tutto non soffocano l’autentica necessità di esprimersi e di cercare, il senso di andare avanti coi propri obiettivi creano l’atmosfera che si avverte nel disco; fonti sonore che spaziano dai field recordings alle manipolazioni di nastri magnetici e tape-loops, al pianoforte, chitarre, violoncello, effetti analogici, processori digitali, oscillatori, radio AM/FM, tutto per raccontare pensieri semi-razionali, quasi allucinazioni che si mescolano alla realtà quotidiana e confluiscono in un’unica proiettata visione, poco delineata e poco durevole, un miraggio.

Associazioni di idee tramite collage sonori: suggestivo l’inizio, fosco ma equilibrato, si muove dentro a percorsi ideali e minuziosi, venti vibranti trattengono le vele dei pensieri, il meccanismo del riflesso e del ragionamento si scontra sull’armonia posata del violoncello, poca alternativa e si cambia pagina, altro piano, affollato e critico, seriale e obbligato segue un’indicazione ritmica che si frange e si moltiplica.

Diciocia padroneggia in modo molto soddisfacente le sfaccettature del prisma che lui stesso ha forgiato, imprime lucentezza e vigore nella misura necessaria all’omogeneità della direzione emotiva suggerita, un’attesa, un’idea di attesa che è davvero più potente, e allora capita che si stia attenti, quasi avvinti, quindi naturalmente un po’ sedotti, bravo.



[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!