Tomorrows II: il secondo capitolo della trilogia firmata Son Lux

Avevamo lasciato i Son Lux alle prese con la trilogia Tomorrows, la cui prima tappa era uscita lo scorso agosto, mostrando sin da subito la volontà di esplorare il pop in tutte le sue forme, passando dall’art al glitch fino ad elementi di musica da camera.

Il secondo capitolo, Tomorrows II, in uscita il 4 dicembre 2020 per City Slang, evidenzia ulteriormente le coordinate tracciate nel lavoro precedente, ma, se da una parte riprende il discorso là dov’era stato interrotto, dall’altra accentua elementi come la carica emotiva alla base dei brani, evidenziandone le tensioni sotterranee.

L’obiettivo della trilogia è quello di ricreare uno spaccato sui tempi che stiamo vivendo e già Warning, in apertura, chiarisce l’atmosfera malinconica che permea buona parte dell’album, per poi allacciarsi alle sonorità più sperimentali della successiva Molecules.

Le pulsioni di Prophecy spostano il sound direttamente negli anni ’80, riprendendo influenze soul e strutture in salsa funky, mentre Apart strizza l’occhio all’Oriente rivisitato in un’atmosfera soffusa al lume di candela, prima di esplodere in un climax finale.

Nella seconda parte dell’album l’umore malinconico va via via scemando per lasciare spazio ora a brani dal sapore retro come la cavalcata Bodies, ora ad esperimenti dalle tinte futuristiche, come il viaggio nello spazio di Weight of Your Air.

Live Another Life è probabilmente il manifesto dell’intero album, tanto dal punto di vista ideologico, con le sue declamazioni sussurrate, quanto da quello musicale, con una serie di loop a fare da tappeto, prima della catarsi definitiva.

Se con il primo capitolo era ancora troppo presto per delineare le caratteristiche della trilogia, Tomorrows II fa chiarezza, mostrando quanto i tre capitoli siano, allo stesso tempo, dipendenti ma distanti.

L’impressione finale è che, in attesa dell’ultimo lavoro, i Son Lux si siano dedicati a pieno ritmo ad un’opera tanto impegnativa quanto gratificante, nella volontà di esplorare confini sonori mai toccati prima.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!