Stilhedens Tårn: dispersi nell’oscuro mondo di Offermose

Due anni fa la scena underground di musica elettronica veniva scossa dal debutto di Offermose, Mørkt foraar, un lavoro in grado di mettere insieme la tradizione, rappresentata dalla Scuola Berlinese di elettronica progressive, e innovazione, con un sound tanto riflessivo che strizzava l’occhio all’ambient.

Una vena eclettica evidente sin dagli Ep del 2016 e del 2017, ma che oggi si intensifica ulteriormente con il secondo album, Stilhedens Tårn, in uscita il 16 ottobre 2020 per Third Coming Records. Infatti, i territori tracciati dalla Scuola Berlinese si intensificano ulteriormente in sentieri mistici ed oscuri, incrementando un’evidente influenza dungeon synth, che pervade ogni brano dell’album.

E basta pochissimo, infatti, per sentirsi completamente immersi nella nebbia di una foresta fitta e claustrofobica: in apertura Seklernes Nat potrebbe essere a tutti gli effetti un pezzo di Mortiis, partorito nelle viscere della glaciale Norvegia.

Le sonorità cosmiche dell’elettronica progressive si manifestano nella title-track, per poi lasciare spazio prima ad un’inquietudine in salsa darkwave, ed infine ad una litania giocata sulla freddezza dei synth.

Di rifiatare non se ne parla proprio: la darkwave fa da leitmotiv anche in Sjælens Ruin, mentre la successiva Korrupt Tradition vive di nuovo di agitazioni stranianti, contribuendo ad aumentare la percezione di smarrimento.

Chiude Tvillingeflamme, punto d’arrivo tanto musicale quanto ideologico. Infatti, non solo il brano racchiude tutte le influenze e le proposte dei brani precedenti, ma ha anche un ruolo simbolico: una voce declama versi su una base rituale, l’inno sancisce la fine, o forse, l’inizio del viaggio.

Stilhedens Tårn non è solo più convincente del precedente Mørkt foraar, ma è anche la creazione di un nuovo mondo nel sound di Offermose. Paradossalmente, per quanto sia un lavoro che entra immediatamente nelle corde dell’ascoltatore, facendolo immedesimare in una realtà parallela, è solo con diversi ascolti che si riesce a captare ogni singola sfaccettatura presente nello stile dell’album.

C’è via d’uscita da questo sogno? Ad Offermose la risposta.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!