Nobuka: il racconto dell’isolamento

Chitarrista, creatore di elettronica lo-fi, l’olandese Michel van Collenburg in arte Nobuka porta avanti un progetto solista devoto alla sperimentazione: musica astratta, elegante e intensa realizzata usando fieldrecording, campioni, registratori, chitarre e altri strumenti analogici.

Nel 2020 ha pubblicato il 5 febbraio su cassetta l’Ep Dissolve per Barreuh, ha registrato e auto prodotto il 15 Aprile l’EpYou Looked Like An Angel, She Said  per esorcizzare la perdita della madre.

Il 2 aprile 2021 esce su Bandcamp, il 16 su tutti gli altri canali digitali un nuovo Ep, Gesamt, pezzi malinconici e minimali nei quali eleva a protagonista assoluto il violoncello con il quale ha scritto le quattro strumentali realizzate nelle ultime due settimane di lockdown.

Partiture dense di suggestioni cinematiche, toni drammatici e introspettivi dettati dalla solitudinemuovono i fili di Gesamt 01, una trama densa e solenne tra ambient e musica classica. Armonizzazioni ariose ampliate dallo scorrere lento mettono in musica i sentimenti di ansia, disperazione e accettazione della condizione di isolamento. Gesamt 02 è una traccia senza schemi, free form, dedita alla creazione di pattern ritmici ottenuti sfregando le corde, picchiettando sullo strumento, utilizzandolo in tutta la sua interezza. Un Nobuka meno classico, più incline alla sperimentazione mostra la sua voglia di sfruttare in pieno le potenzialità dello strumento.

Un suono grave e inquietante è l’elemento caratteristico di Gesamt 03. Prendono il sopravvento vibrazioni intense collocate su un leggero tappeto ambientale che danno alla traccia un carattere drammatico e viscerale. Sul finale il violoncello cambia forma e diventa un drone atmosferico freddo e gelido come una folata di vento.

L’ultima traccia, Gesamt 04, si candida come la più articolata delle quattro. Timbriche aspre per una strumentale realizzata a strati con l’interazione delle varie linee di violoncello che creano una texture compatta, in un crescendo con le note stridule che pongono gli accenti ritmici sul brano.

Gesamt diventa per Nobuka il diario del lockdown, una lotta contro l’isolamento. Le atmosfere e le timbriche delle quattro strumentali sono la trasfigurazione artistica del periodo cupo che stiamo vivendo. Un vero e proprio esperimento sociologico su come l’isolamento ha influito sugli altri e sul costrutto sociale in generale.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!