Asa Nisi Masa: fra i ricordi di Daniele Mana

Non è certamente un caso che Daniele Mana, arrivato ad un certo punto del suo percorso musicale, abbia deciso di chiamare il suo nuovo album Asa Nisi Masa, in uscita l’11 settembre 2020 per Hyperdub.

Gli amanti del cinema non faranno fatica ad associare il titolo ad , capolavoro di Federico Fellini, in cui quelle parole, apparentemente prive di senso e dal significato ancora oggi aperto a più interpretazioni, avevano un significato intenso e fondamentale per il protagonista Guido Anselmi.

Allo stesso tempo, per M a n a, dopo un’evoluzione sonora che dura da più di dieci anni e che l’ha visto passare fra diversi progetti (Nice Guys) e moniker (Vaghe Stelle), è forse giunto il momento di guardare indietro per riuscire a ripercorrere passo dopo passo tutto ciò che ha creato, ed arrivare a quello che è sicuramente il suo lavoro migliore di sempre.

I dodici brani dell’album si mettono in mostra proprio per un’invidiabile ricerca del suono in tutte le sue sfaccettature, che sia nelle frequenze tanto schizofreniche quanto leggere dell’apripista Spin and Loops, o nei pezzi dal sapore esotico/tribale che riportano a Jon Hassel, ispirazione evidente e confermata dallo stesso musicista piemontese.

A questo proposito spiccano, e non potrebbe essere diversamente, il rituale vocale di Shrive Alone e il viaggio extra-continentale di Berber Pendulum, mentre con Disordine al Disordine il sound si fa più nevrotico e meno riflessivo, ricco di passaggi spigolosi e stranianti.

Un gioco di attitudini sonore che si manifesta più volte anche nella seconda parte dell’album, dove all’aggressività quasi da clubbing di Tentacle Daemon fa da contraltare l’atmosfera sognante di Two Islands.

Asa Nisi Masa racchiude questo ed altro: da repentini cambi d’umore e di suono ad elaborate composizioni sensoriali, in quello che è un excursus completo nella mente e nell’anima del suo autore.

M a n a dà vita all’album della maturità, in cui ogni tassello combacia perfettamente con gli altri, e dove ogni singola melodia è minuziosamente creata per arrivare al suo personale Asa Nisi Masa: un viaggio fra ricordi e luoghi mai visti per trovare una nuova versione di sé stesso.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!