Nuovo lavoro per Les Comptes De Korsakoff, istrionico collettivo francese di 8 elementi

Nos Amers, pubblicato lo scorso 24 maggio da Puzzle, è il quinto album prodotto da questo improbabile, quanto prolifico, collettivo di 8 elementi di base a Chambery, nelle Alpi Francesi e che porta il nome di Les Comptes De Korsakoff.

La parola d’ordine è uscire da qualsiasi schema, fondendo stili musicali – e non solo: la voce di Geoffrey Grangé, è quasi sempre, più accostabile alla recitazione che alla musica – molto distanti tra loro in una composizione che esula completamente dalla forma canzone, oltre che da qualsivoglia catalogazione.

L’impatto del frontman/bassista è subito emozionale e teatrale (Le Maudit), spesso con una spiccata vena ironica (Bateau qui coule), ma sa farsi anche teso e sussurrato à la Slint in Terminal e in Murmures à l’oreille des monstres.

La sezione strumentale ne estremizza e colora le dinamiche, alternando, o più spesso mescolando, composizione di matrice post-rock talvolta con sonorità più ruvide, altre volte con ambientazioni più classiche, ma anche con energici guizzi jazz-core che rimandano la mente ai nostrani Slivovitz. Il tutto grazie all’apporto di una formazione, come detto, molto ricca che comprende, oltre alla classica base chitarra-basso-batteria, anche piano, tromba, sax, violoncello ed euphonium.

Dinamiche ulteriormente enfatizzate da una produzione estremamente naturale nei suoni e nelle spaziature, che mira a rispecchiare l’esecuzione live della band e a catapultare l’ascoltatore nel bel mezzo di uno spettacolo dal vivo. A tal proposito consigliamo vivamente di sbirciare gli assaggi di live presenti su Youtube, che offrono una visione d’insieme di questo collettivo che, nonostante la varietà e la diversità delle sonorità prodotte, appare sempre molto compatto, grazie a un continuo cercarsi ed alternarsi tra i vari componenti e ad un sapiente gioco di vuoti/pieni, fedelmente riprodotti nel disco.

A colpire, in effetti, oltre al coraggio nelle scelte, è proprio la naturalezza con cui Les Comptes De Korsakoff si muovono nel loro mondo così estremamente variegato, danzando sempre su un filo, in una condizione perenne di equilibrio instabile, in cui paiono tuttavia essere perfettamente a proprio agio.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!