Lastanzadigreta e la cultura dell’inutile

Wunderkammer d’Amor

Avete mai sentito parlare di Bruno Munari e delle sue macchine inutili? A quanto pare si tratta di un artista che in piena epoca industriale dedicò a queste macchine una serie di disegni. Tale inutilità era propria di tutto ciò che non produceva, che non fabbricava, una mossa impopolare per un tempo sorretto dal progresso.

Facciamo un piccolo passo in avanti, pronti? 2021, un anno di pandemia, chi resta fuori? Chi non è produttivo? Chi non fabbrica? Macchine come uomini, inutili? La metafora del nostro tempo è calzante e il collettivo torinese Lastanzadigreta ce ne parla.

Macchine Inutili, infatti, è il loro nuovo lavoro in uscita il 5 febbraio 2021 per La Contorsionista/Sciopero Records e distribuito da Self e con un impasto ricco tra pop sinfonico, archi, sintetizzatori e musica sincera riflette sul tempo presente.

I cinque musicisti Alan Brunetta, Leonardo Laviano, Flavio Rubatto, Umberto Poli e Jacopo Tomatis sono persone impegnate in vari ambiti culturali. Dal teatro alla didattica, hanno proposto una rivoluzione nell’insegnamento della musica attraverso il gioco, lo stupore, la collaborazione, coniando il significato di musica bambina.

L’idea è questa difatti, fare musica libera che non ha limiti di età, che sperimenta la condivisione a tappeto, come farebbe naturalmente un bambino. Cosa ne viene fuori? Una Wunderkammer d’amore, che straborda di bizzarrie acustiche, giocattoli come violini, suoni scelti al mercato delle pulci come  orchestre sinfoniche.

Tredici brani che sono filastrocche come Attenzione Attenzione, ballate ironiche come Canzone d’Amore e di Contributi, melodie anti-inquinamento come Pesce Comune. Aperto il carillon di Grammatica della Fantasia, Greta balla con una nuvola, smarrita, ingannata da un Millantatore, come un bimbo al circo.

Macchine Inutili I e II sono vivi nel teatro di protesta, come tutto il lavoro de Lastanzadigreta che si fa portavoce dell’ambizione sociologica di studiare le trame della società.

Insomma, non proprio un gioco da ragazzi.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!