Limen: l’apocalisse di KMRU & Aho Ssan

Avevano già collaborato il kenyota KMRU e il francese Aho Ssan prima dell’invito al festival Berlin Atonal, ma non si erano mai spinti così avanti come con Limen, in uscita il 29 aprile 2022 per Subtext Recordings, un album che rappresenta un vero e proprio unicum nella carriera di entrambi.

Infatti di KMRU abbiamo avuto modo di apprezzare il sound minimale a metà fra ambient e drone in dischi come Peel (2020) e di Aho Ssan sonorità post-industrial miste ad un’estetica cyberpunk come in Simulacrum (2020), ma non avevano mai toccato lidi così estremi ed oscuri come hanno fatto in Limen.

Ancora drone e post-industrial, certo, ma anche una predilezione spiccata verso il noise, l’elettroacustica, il dark ambient; nei tre brani del disco è un’atmosfera rarefatta e densamente rumorosa a dominare incontrastata. Così, in Resurgence brevi suoni sotterranei riemergono dalle macerie e si fanno sempre più intensi con il passare dei minuti: il risultato è un brano apocalittico ma mai distruttivo, in cui ogni macchinazione del duo è centellinata in favore di umori opprimenti e aperture improvvise, come dimostra l’esplosione elettronica a metà brano.

Rebirth è il pezzo simbolo dell’intero disco. Anche un brano che apparentemente sembra essere celestiale ed angelico in realtà si dimostra contaminato, sporco e grezzo nel senso più genuino del termine. E funziona perfettamente legato a Ruined Abstractions che, oltre ad essere la traccia più lunga dell’album, è anche l’episodio più d’avanguardia, con una quantità di spunti impressionante che si sussegue minuto dopo minuto, riverbero dopo riverbero: un lungo climax ascendente che passa da brevi e ripetitivi inserti noise ad aprire maggiormente il respiro, fino ad arrivare ai toni orchestrali della parte finale.

Limen è un progetto originale di due musicisti che non smettono mai di osare e di reinventarsi. Pur con qualche elemento fin troppo cervellotico, KMRU e Aho Ssan dimostrano di essere dei nomi importanti nel panorama sperimentale, dai quali è lecito aspettarsi di tutto.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!