Il debutto colorato dei Javva

Balance of Decay è il primo lavoro dei Javva, il gruppo di artisti polacchi dai nomi proibitivi che portano la frontiera della sperimentazione oltre l’orizzonte. I quattro cavalieri dell’apocalisse Piotrek Bukowski (chitarra e synth), Łukasz Twix Jędrzejczak (voce, synth e organo), Bartek  Kapsa (batteria e percussioni) e Mikołaj Zieliński (basso e cori)  compongono una discesa vorticosa a ritmi frenetici di batterie e basso affiancata da energica afrobeat per quella che è un ensemble sopra le righe.

Otto tracce, quattro scritte da Zienlisky e quattro da Jędrzejczak dai toni altalenanti ed energetici. Sentinel è la traccia più trascinante del disco: il motivo iniziale scandito dai synth entra in simbiosi con il basso. Le percussioni dal carattere tropicale accompagnano la voce trascinandoci in un ritmo frenetico dove la chitarra lavora per dare colore. La terza traccia, Pan American, parte in maniera tranquillità e delicata. Sembra essere l’ennesima sorpresa smentita dopo pochi secondi dalla prepotenza del basso e dalla maestria con cui Kapsa spinge sul charleston e sull’hi-hat. Ancora una volta un brano travolgente e vorticoso.

Tra le canzoni più rappresentative del disco spicca sicuramente Kua fu, una corsa contro il tempo scandita dalla chitarra. Il suo riff suonato in loop si sposa bene con la componente etnica del brano, psichedelica  con la voce maschile che si amalgama bene con femminile di Anna Niestatek. A metà del brano i synth rubano la scena agli altri strumenti con una parte lisergica molto interessante. Degna di nota la parte di batteria di Kapsa sempre nevrotica.

In conclusione Balance of Decay dei Javva è un album caleidoscopico e colorato che spazia dall’avant-rock al post-punk senza disdegnare sonorità afro tribali allo stremo della sperimentazione. Meritano l’elogio per il particolare coraggio di aver unito sonorità dal dubbio assemblaggio e di essere riusciti nell’intento. Non un ascolto semplice ma sicuramente di qualità.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!