NaN: l’alienazione raccontata dagli Hate Moss

Il progetto Hate Moss nasce all’insegna dell’universalità e dei valori ad essa collegati. Il duo italo-brasiliano, Tina (elettronica e voce) e Ian (batteria e voce), prende forma nel 2017 a Londra, quando decidono di dar vita ad un’etichetta indipendente, la Stock-a. Da quel momento gravitano nella scena underground di Londra e decidono di dar vita al progetto Hate Moss nel 2018, quando si rendono conto che il proprio background culturale è così vasto che sarebbe un peccato non utilizzarlo a dovere.

E così la musica degli Hate Moss spazia un po’ ovunque, tenendo sempre presente le varie stratificazioni elettroniche provenienti dal Regno Unito ma non lasciando mai da parte le origini, che in questo caso consistono nel cantautorato italiano e nella musica popolare brasiliana. Il secondo disco del duo, NaN, in uscita il 20 maggio 2022 per Stock-a Productions, prende forma in tre stati diversi, essendo stato registrato tra Italia, Inghilterra e Turchia, e si propone un obiettivo già presente nel titolo dell’album: raccontare l’alienazione umana.

Nel mondo dell’informatica, infatti, NaN sta per Not a Number e per dimostrare quanto la vita umana non sia un semplice numero gli Hate Moss si servono di testi esplicitamente sociali, ben tre lingue (italiano, inglese e portoghese) ed uno stile musicale eclettico. In apertura, Neve si piazza su coordinate a metà fra lo-fi e minimal synth, prediligendo un’atmosfera fredda e glaciale, ma già dal pezzo successivo, Pensar, sono dei ritmi carioca a dominare.

Dei buoni dei è una tragica denuncia delle morti nel Mediterraneo e si articola come un’oscura litania dai suoni cadenzati, giocando sulla sottrazione prima di articolarsi in una cavalcata IDM; il sound orientale di Birdaha muta in derivazioni darkwave e termina con una lunga coda noise. Chiude Stupid Song, forse uno dei pezzi più festosi a livello musicale, ma attenzione alle apparenze: il brano tratta il tema del suicidio in quella che è una voluta parodia.

Non convincono tutti i pezzi di NaN, ma è appena il secondo disco degli Hate Moss e c’è tutto il tempo per arrivare all’album della maturità. Intanto, vanno lodati gli innegabili pregi del progetto: coraggio, inventiva e soprattutto la costante sensazione di non voler arrivare a compromessi con nessuno.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!