Le foto dell’ultima data italiana di Glen Hansard

Si è concuso al Teatro Auditorium Manzoni di Bologna il tour italiano di Glen Hansard. Il cantautore irlandese, dopo la tappa di Milano e Roma, è giunto con la sua band nella città emiliana per presentare al pubblico il suo ultimo lavoro “This Wild Willing”. In apertura Nina Hynes, che è salita sul palco in tutte le date italiane di GH e a cui dedicheremo un ascolto più approfondito, sperando di rivederla in un suo live presto.

Una sala gremita e quasi completamente al buio ha contribuito a rendere quello di ieri sera un concerto ricco di atmosfera. Glen Hansard ha davvero quel qualcosa in più che io probabilmente in poche righe non sarò in grado di spiegarvi. Sarà quell’energia quando impugna a mo’ di fucile la sua chitarra, i testi ricercati o ancora il suo modo naturale di coinvolgere il pubblico che rendono i suoi live sempre un po’ speciali e diversi. A Bologna, nello specifico, le due ore e mezza di setlist sono state una continua gioia per le orecchie. Le canzoni più datate si sono alternate con una naturale velocità a quelle più recenti. Una emozionante “Grace Beneath The Pines”, cantata giù dal palco a luci spente è stato forse il momento che più verrà ricordato. Ma la conclusione è stata la vera protagonista: un abbraccio collettivo di persone e voci sul palco, con Glen al centro, come a dirigere una ipotetica nave. “The captain”, come l’ha chiamato Nina ad inizio concerto. Un meraviglioso capitano, aggiungo io. Che ha guidato e accompagnato il pubblico per tutta la durata del concerto in una navigazione tranquilla ma piena di emozioni.