Fink torna con Bloom Innocence. La soprendente fioritura d’autunno

Fin Greenall, meglio conosciuto come Fink, è un produttore e cantautore con oltre 20 anni di esperienza nel settore, ma forse non ha ancora raggiunto la visibilità che meriterebbe. Dopo aver lavorato con vari artisti multi platino, tra cui John Legend e Amy Winehouse, il 25 ottobre via Ninja Tune, sforna il suo ultimo, intimo, Bloom Innocence.

“Ogni disco è fatto in modo leggermente diverso.  Come nella vita, ogni volta in cui ti avvicini a qualcosa, in qualche modo, provi a farla meglio.  Ogni volta che vai a nuotare, vuoi farlo meglio, o ogni volta che imbracci la chitarra provi a suonare quel Mi minore in modo che sia il Mi più minore possibile”

Attenzione ai dettagli, equilibrio impeccabile in ogni traccia, fino al più remoto dei micro suoni di corde di chitarra. Tutto minuziosamente nel suo posto giusto.

Come per Resurgam del 2017, anche per queste 8 tracce Fink si lascia guidare dal producer Flood, al secolo Mark Ellis. Ed ecco che Bloom Innocence diventa uno scrigno di unicità, di prime prove, come We Watch The Stars, la guide track che diventa la prima traccia del disco.

Il gioco, è quello di provare ad ottenere esibizioni intime e allo stesso tempo dimenticare che stai provando a farlo. Così come un fiume in piena, tutto si impregna di profondità emotiva, intrecciandosi in brani in cui la lunghezza permette di toccare le sponde più insolite e nascoste. Dalle corse tese del kamancheh di We Watch The Stars, alle batterie di I Just Wait a Yes, ad una severa e matallica Rocking Chair: tutto sembra cominciare con calma che pulsa per poi sbocciare in timbri selvaggi e chitarre esoteriche. In My Love’s Already There bastano la voce legnosa ed espressiva e pochi accordi sui tasti bianchi e neri a dare corpo alla traccia che chiude il disco.

Bloom Innocent, è il suono che si prende gioco della gravità, una meraviglia spaziosa, capiente, a otto binari che brilla con un piano delicato, una chitarra formicolante e la voce soul e piena di nodi di Fink.

Una sorprendente fioritura in autunno.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!