Daniel Van Lion e il suo eden artificiale

Due anni dopo Tropismes (Menta, 2018), Daniel Mesa in arte Daniel Van Lion, pubblica il suo secondo album. UVVA, pubblicato il 10 dicembre 2020 dalla spagnola Menta, esplora i concetti di sacro e liturgico in un contesto segnato dal progresso tecnologico, tessendo così un intero universo sonoro dove non mancano riferimenti a nuove cyberculture e a nuovi eden artificiali.

Undici tracce che nascono dalla fusione di generi diversi come l’ambient, l’industrial e l’elettronica più convenzionale per dar vita ad una musica algida e sperimentale.

I primi istanti di Preludio sono pervasi da un suono straziante, una struttura elettronica sospesa e destabilizzante, un viaggio estatico ottenuto da un mosaico di droni in cui gli unici spiragli di luce vanno ricercati nelle note del sitar. In Salmo Binnario i pattern vengono frammentati contrapponendosi a onde sonore cibernetiche modulate fino ad ottenere sonorità prismatiche. Un finale che riprende le scintillanti progressioni della musica gabber. La trasposizione visionaria di Ramma è l’immagine più fedele di un paesaggio desolante. Le fredde manipolazioni di Daniel Van Lion sono la testimonianza del collasso globale succube delle nuove tecnologie che lo stanno trasformando in un paradiso artificiale. Avvatar è un paesaggio hyper dal minimalismo digitale. Le sue note fluttuanti fanno da traino alle malinconiche melodie che pervadono la traccia. Con Oblattala narrazione si fa incalzante e avvincente, merito delle progressioni dei sintetizzatori e della combinazione snare-clap scoppiettante.

UVVA è il racconto fedele di un mondo segnato dal progresso, Daniel Van Lion è l’autore di un album immaginifico e carico di una forza narrativa devastante al pari dei suoni futuristici, ogni suono ha la stessa potenza di una parola e la stessa carica descrittiva di una immagine. UVVA è il fermo immagine di un mondo che viene soffocato dal progresso, da àncora di salvezza ad àncora che lo fa colare a picco.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!