Momentum: un nuovo cambiamento per i Calibro 35

Impossibile definire “banale” il percorso che ha portato i Calibro 35 ad essere un’eccellenza italiana, noti ormai anche fuori i confini della penisola: oltre le evidenti qualità tecniche del gruppo, la loro storia li ha condotti prima sulle coordinate della musica dei film polizieschi nostrani, fino ad arrivare a Decade, uscito due anni fa, album spartiacque nella carriera del gruppo, il punto d’arrivo di un lungo viaggio.

Ma per ogni strada percorsa ne segue subito un’altra, ed è per questo che i Calibro 35 decidono di azzardare ulteriormente, arrivando a concepire l’album della possibile svolta definitiva: Momentum, in uscita il 24 gennaio 2020 per Record Kicks.

Avevamo lasciato il gruppo milanese alle prese con un funk jazz in grado di incanalare una quantità enorme di influenze, dal fusion all’afrobeat, passando per momenti più psichedelici e progressive. Oggi li ritroviamo sotto una luce diversa sin dalle prime battute dell’album: Stan Lee, che vanta la collaborazione di Illa J, fonde alla perfezione ritmi funky con il neo-soul/hip hop del musicista di Detroit, segnando un pezzo completamente inedito nella discografia del gruppo.

Un cambio di stile che non mira ad essere radicale o eccessivamente forzato, ed infatti già con la successiva Death of Storytelling si incontrano le caratteristiche fondamentali del gruppo, con un sound sapientemente dosato fra le melodie della chitarra di Massimo Martellotta e il drumming di Fabio Rondanini, incisivo al punto giusto.

Thunderstorms and Data percorre lidi più “classici” per il gruppo, con sax e synth a fare da collanti fra il jazz ed il pop, mentre Black Moon, complice la presenza di MEI, torna a dialogare con l’hip hop ed il soul. Fail It Till You Make It è il manifesto dell’intero album, oltre che il momento più riuscito, con i fiati di Enrico Gabrielli in un ruolo di primo piano, affianco ad un Rondanini sontuoso.

In Momentum manca sicuramente quell’organicità e compattezza che aveva reso Decade un disco imperdibile, ma si tratta di due mondi diversi fra loro. Con quest’ultima fatica, infatti, i Calibro 35 mettono le basi per un’ulteriore evoluzione del proprio sound. Più che una svolta totale, c’è la volontà di un nuovo, necessario cambiamento.

Che questa sete di curiosità possa non placarsi mai.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!