Bonzaii ci proietta nella sua mente

Death In The Cities è un vero e proprio mondo all’interno del cervello di Bonzaii, che però si espande verso l’esterno e diventa musica.

L’ultima uscita dell’artista di Amburgo, pubblicata da Decaying Spheres il 2 aprile 2021, è fortemente influenzata dal  film di Tarkovsky Solaris e della sua visione pessimista che si riflette nelle sonorità cupe e opprimenti dell’Ep.

Bassi pesanti, field recording e droni viscerali vanno a comporre il suono personale e riconoscibile di Bonzaii. Le cinque tracce di Death In The Cities sono un’immagine lucida di un collasso affermato e innegabile, che ben riflette sia la situazione attuale sia la coscienza di Kris Kelvin, il protagonista di Solaris. L’Ep è stato realizzato senza sintetizzatori, solamente campionando i suoni registrati e manipolandoli, ottenendocinque flussi sonori accomunati dai suoni ruvidi e crepuscolari.

La title track è materia pulsante, rumore roboante che flirta con esili venature ambient. Una traccia tagliente di puro e ancestrale rumorismo dark ambient. Un suono stridente e monolitico che posto in apertura mette subito in chiaro in che direzione andrà a parare il lavoro di Bonzaii. Il seguito dell’apocalittica Death In The Cities, Liturgy, ammorbidisce i toni seppur mantenendosi nei territori dell’ambient più cupo. La seconda traccia è una composizione solenne che trascina l’ascoltatore in un vortice oscuro, capace di evocare immagini grazie all’uso di complesse stratificazioni.

Con Yellow Church Bonzaii crea una ripetizione ossessiva iniziale, un suono brillante che lentamente cresce e si fa corposo, una traccia che lascia trapelare speranza e luminosità in netto contrasto col resto dell’Ep.

Le cinque tracce che compongono Death In The Cities mostrano a pieno le potenzialità di un sound viscerale, capace di creare un effetto straniante grazie alle desolanti ambientazioni sci-fi dell’Ep. Una narrazione fantascientifica, un Ep che riesce a trascendere i limiti del genere creando un ponte tra la mente di Bonzaii e il mondo esterno.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!