BJM Mario Bajardi, eccellenza italiana

Pluripremiato compositore siciliano di musiche per film, BJM Mario Bajardi è uno scultore elettronico, violinista e sound designer dalla fama mondiale. I suoi lavori discografici, BJM Archives (2012), BJM Glass Orchestra (2013), Inverse Ep (2014) e SCHENGEN (2017) sono tutti editi da Iter-Research, label ONDE, così come l’ultimo album, In Silence pubblicato il 20 febbraio 2020. Un disco «introspettivo e intimista, tra linee avanguardistiche di violino, accenni di prog-rock, archi languidi, accordi di piano dalla forte tensione emotiva e visionarie linee elettroniche».

Con una grande esperienza compositiva di musica per immagini, l’approccio visuale è istintivo o è frutto di un’oculata ricerca?

Istintivo, emozionale, magari mi trovo in dei luoghi e con il mio cellulare riprendo degli eventi di qualunque genere, soprattutto naturalistici e incomincio a creare video.

La presenza di composizioni in archivio evoca inevitabilmente il parallelismo con un diario, è così?

No, assolutamente, in realtà per me non esiste tempo tra i brani, ma così pure quando ascolto musica, non identifico un mainstream, mi sembra al quanto ridicolo. La musica non dovrebbe avere tempo, se ancora si seguono le dinamiche di mercato finirà che il nulla prevarrà… ci siamo arrivati?

Tra scrittura musicale, realtà e percezioni, come si trova l’accordo?

È’ un unicum, anche qui non vedo problemi, l’accordo è nelle armonie di ogni giorni reali e percettive. Tutto per me è suono.

Lo sviluppo della tua scrittura è artisticamente elaborato e punta all’eccellenza, il violino e la tua terra quanto hanno contribuito?

La creatività è legata a esperienze vissute, non so dove e quando, ma di sicuro provo questo. Da bambino mi ricordo i miei nonni in campagna, gli odori ma soprattutto le ore che passavo a “meditare” (si così oggi lo chiamano io non lo sapevo) nella pinetina creata dai miei. Meraviglia di sensazione con il vento che soffiava/suonava…

Hai fatto cantare l’elettronica duttilmente per In Silence, in modo sorprendente aggiungo, (chissà se) per il prossimo futuro stai pensando a una voce?

Si, si e si. Già sto creando ! shhhhh in silenzio…

Sei molto apprezzato anche all’estero, al di là di qualunque stereotipo c’è qualche aneddoto che ti va di raccontarci?

Le prime volte che parlavo con San Francisco e Troles il CEO di 8dio.com ed il mio inglese era al quanto maccheronico, troppe risate e forse anche questo aspetto ironico ha aiutato. Fa tanto sia il karma che l’empatia.

Ti piacerebbe collaborare con qualche artista in particolare in futuro

Si! Sai con chi? Con Amon Tobin e Trent Reznor.

Leggi la recensione dell’album In Silence QUI



Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!