Augustine riporta in vita Proserpine

Un’appassionata danza

Il mito racconta che un giorno Plutone, stanco delle tenebre degli Inferi, decise di affiorare alla luce e visitare la terra. Affascinato dalla visione di una fanciulla intenta a raccogliere fiori sul fiume Pergusa, la rapì e la portò nell’oltretomba rendendola la sua regina.

Questa è la storia di Proserpina, dea latina del mondo di sotto che precipitò nell’Ade e del suo doloroso accordo che rivive nelle trame simboliche della cantautrice Augustine.

Al secolo Sara Baggini, Augustine ha vestito i suoi panni per raccontare di un viaggio introspettivo sulle note di una musica leggiadra e profonda. In uscita il 16 aprile 2021 per I Dischi del Minollo e prodotto da La Cura Dischi nella persona di Fabio Ripanucci, Proserpine ritorna sulla terra e magari non solo per sei mesi.

Il lavoro è intenso e molto toccante. La voce di Augustine è il motore del disco, guida ineluttabile delle storie in esso traportate: delicata, tagliente, forte ed estremamente caratterizzante, tanto da immobilizzare l’ascolto sulle inflessioni di cui si appropria. Inoltre, il tutto reso con una naturalezza e un’eleganza che conducono Proserpine ad un livello superiore.

Da Tower Stones, che apre il disco, a My Love Speaks Flowers, che lo chiude, non c’è tregua e tutto si sussegue con grande maestria, si allarga e si ritrae come i desideri nascosti e le paure coinvolgenti che appartengono ad ogni cammino dentro il proprio inferno.

Piccole sfumature barocche si fondono alla classicità senza tempo, tessendo una sonorità dark folk che ben rispecchia le intenzioni stilistiche del disco, soprattutto in brani come Pagan, The Dark Place e Anemones.

Proserpine sembra rassegnata, ma con una palpabile tensione ancora nel cuore che la fa sopravvivere al tormento dell’eternità che non la libera dal suo destino. Augustine le ha dato una nuova voce, la sua, e con lei balla un’appassionata danza rock.




[gs-fb-comments]

Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!