In anteprima su Radioaktiv il nuovo lavoro di Ich.Bin.Bob, il progetto solitsta di Bob Nowhere.

Cronòtopo è il secondo album di Ich.Bin.Bob in uscita il 19 giugno. Nella sua nuova antologia musicale indaga il concetto di ipertecnologia: la necessità dell’uomo contemporaneo di resistere all’interno di un flusso informativo ininterrotto, che lo trasporta in un isolamento uomo-macchina. Questo flusso ciclopico e frenetico sovrasta un individuo incapace di coglierne la totalità. La composizione musicale è quindi strutturata in piccoli frammenti di suoni, troppo veloci per essere completi. I ritmi febbrili e complessi, governati dal tecno-stress, sono accompagnati da una stimolazione visiva composta da un sistema di luci alternate, che modella lo spazio circostante in maniera convulsa e parziale.

Il primo album, dalle sonorità cupe e con influenze minimal, è uscito a gennaio 2019 con il titolo 42”31”. E’ un lavoro nato dalla collaborazione con svariati musicisti provenienti da differenti background musicali, il cui perno concettuale è la relazionalità e la capacità di costruirsi attraverso l’incontro.

Ich.Bin.Bob è il progetto solista di Bob Nowhere, musicista e performer già attivo nell’ensemble di improvvisazione dadaista Coop Rumore e nel trio di sonorizzazione cinematografica KyoKyoKyo. Con quest’ultimo ha presentato nell’ultimo anno le sonorizzazioni dei film La Coquille et le lergyman e Kurutta Ippeji al Soundscreen Festival 2019, al Moira Cultureel Centrum a Utrecht e al Cinema of the damn ad Amsterdam. Bob Nowhere ha inoltre realizzato la sonorizzazione del cortometraggio di Luis Bogino Scene di famiglia con cane, commissionatogli dal Museo del Cinema di Torino.

Ich.Bin.Bob è un progetto interamente basato sull’utilizzo di sistemi modulari e sintesi analogica, volto a realizzare intricati pattern ritmici che coniugano influenze industrial, gabber, techno, noise e glitch.

Nell’ultimo anno ha suonato in tutta Italia, in particolare al Disorder Festival 2019 (Eboli) e al Festival Casamatta: Corrispondenze 2019 (Fano). Ha inoltre realizzato delle site-specific performance per Ikigai Room (Bologna), Casa Orfeo (Bologna) e Klang (Roma).
E’ stato inoltre ospite del centro di arte sperimentale Worm, a Rotterdam, per una residenza artistica incentrata sulla realizzazione di nuove composizioni pensate per i sistemi modulari Buchla e Serge, presenti nello studio di registrazione del centro.

Segui l’artista su:
FacebookInstagram



Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!