Akira Kosemura, il maestro della semplicità

Dopo l’uscita del suo ultimo album In The Dark Woods (2017) tanto acclamato dalla critica e dei suoi Ep Yearbook (2018) e In Moonlight (2019), Akira Kosemura pubblica il nuovo Ep Romance.

Tre nuovissimi pezzi in uscita il 13 settembre 2019 per Schole Records & 1631 Recordings, tre composizioni frutto del minimalismo, figlio di Philip Glass, Nils Frahm o Max Richter.

Il compositore e pianista nipponico si è ispirato alle emozioni delicate, sensibili e sottili di due amanti durante un pallido amore estivo.

Ammaliante e romantica, l’opera di Kosemura è un racconto scritto in note: Akira forte della maturità raggiunta in questi anni colpisce per la carica suggestiva e melodica di cui si compongono le tre suite.

Con Romance viene fuori tutta la sensibilità artistica del nipponico, il pianoforte in primo piano disegna una trama ambientale essenziale, senza l’utilizzo dell’elettronica ma estrapolando tutta la sua intensità emotiva con poche e semplici note.

Si cambia registro in In The Middle Of The Bridge: la malinconia di un amore finito, di un ultimo bacio rubato viene raccontato nella seconda composizione. Più ampio e avvolgente il suono del piano con quella forza narrativa così forte da ricordare il maestro Lubomyr Melnyk.

Reach Into The Sky è l’ultima delle tre, ma non per questo meno affascinante. Una traccia sobria dal minimalismo melodico che Kosemura ha da sempre professato nelle sue opere, una marcata ricerca dell’essenziale va letta nella sinuosa composizione.

La musica di Akira Kosemura è sempre pulita e senza inutili orpelli, la sua sontuosità va cercata proprio nella semplicità con la quale il compositore rende protagoniste le singole note. Non sempre si ha bisogno di eccessivi sussulti, è proprio davanti a lavori semplici che ci si ritrova a emozionarsi. Se da un lato vi è chi ha perso quella capacità di lavorare per sottrazione senza aggiungere strati su strati a composizioni che diventano pesanti ed eccessive, dall’altro c’è Kosemura che fa del minimalismo la sua arma vincente.