Terraferma di Gerardo Attanasio ha una vita vista mare

Il terzo disco del cantautore Gerardo Attanasio che vede la collaborazione per la produzione di Fabio Rizzo si intitola Terraferma ed è uscito il 15 giugno per l’etichetta Blue Bell Dischi. Un percorso, un viaggio che ripercorre le tappe della vita del cantante, originario della provincia di Napoli. Tra il sale del mare, il sole che batte e il vento che asciuga si consuma Terraferma. 

Autentico pop cantautoriale. Chitarre battenti si scontrano con sintetizzatori, chitarre elettriche e batteria per delineare una linea di confine che poi confine non è più tra passato e moderno, tra quello che avanza è quello che resterà per sempre eterno. 

Un album anacronistico, che non segue le mode, che non ha la smania del successo, ma che comunica. Sei respira il Mediterraneo in ogni accordo di chitarra. Dolci nenie, voce che persuade, ritmi incalzanti. 

Terraferma risulta essere un progetto dalle note ben curate e strutturate,  dalle tinte tenui, un album intimo. 

Canzoni di briganti, di viaggiatori, viandanti, che si perdono tra le vie della Seta, che cercano la meta, ma che nel frattempo si godono lo scenario. 

Sono scomparse le Sirene, un rimando ai ricordi, Nonna, nonnarella è l’inno che riconduce al pensiero. Ognuno ha il proprio posto, Terraferma ha una vita vista mare. 

Tracce consigliate: Tarì, Il silenzio delle Sirene, Il boliniere. 




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!