I Frigo cantano la normalità della vita

Il 12 aprile 2019 è uscito l’album dei Frigo dal titolo Non importa prodotto da prodotto da Pietro Paletti (Woodworm, Sugar Music) e Francesco Felcini (Le Luci della Centrale Elettrica, Giorgio Canali, Motta) per La Clinica Dischi e Luovo/iCompany(distribuito da Artist First e promosso da Sfera Cubica). 

Non importa è evoluzione pop cantautorale, un po’ Perturbazione, un po’ Noibrano, un sound fresco e attuale. Gioco di parole, il progetto Frigo è identitario, pur non avendo scoperto nulla di innovativo. Ben strutturato. “Quando tu non ci sei, esco di notte in Via dei Bardi,” le prime due tracce dell’album sono evocative, dal ritornello facilmente orecchiabile, che ti viene voglia di canticchiarlo ancora un po’.  Momenti di vita quotidiana, di assoluta normalità, ebbene sì, si può cantare anche della normalità, senza essere banali. 

Non importa è non prendersi troppo sul serio, nove tracce ben confezionate, giri armonici maltrattati, in nome del pop. Ci si emoziona per nulla, l’estate non ci lascerà con l’amaro in bocca quando se ne andrà via. Tutto è in linea con quello che è attuale.

Rime semplici, ma che funzionano, “e mentre il sogno implode e mentre il mondo esplode”, l’immancabile testo con una lei immaginaria, che però non si chiama come tutte. Pamela quanto meno è un nome originale per il titolo di una canzone. Anche se all’interno del testo c’è kiwi e oroscopo, che fa pensare a Calcutta.

L’ansia e la gioia è ciò che proviamo tutti,  suoni sintetizzati, per una base electro-pop, dove si può ballare all’interno di un centro commerciale. L’equilibrio sta tutto in un caffè e in due sigarette, l’entusiasmo che va stroncato alla nascita, suona un po’ cinico, ma è divertente. “Le stragi cosmiche dei napoletani, ti spingono sempre a una morte melodica”, ma che significa ?  

Le casse è l’ultimo brano dell’album, una spinta più rock, la mia preferita. 

Per finire stare bene anche se non credo più in me, tanto Non importa.

Tracce consigliate: Quando tu non ci sei, Via dei Bardi, Pamela, Le casse.




Logo con lettering sfondo trasparente radioaktiv

Iscriviti alla nostra newsletter

Non perdere le nostre rubriche e tutti gli aggiornamenti sulle nuove uscite discografiche su base mensile.

Iscrizione riuscita!